Formazione complementare (OSSS) alla qualifica di Operatore Socio-Sanitario

Profilo professionale
L’Operatore socio-sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria (OSSS), conosciuto anche come Operatore Socio Sanitario Specializzato oltre a svolgere tutte le attività tipiche dell’Operatore Socio Sanitario coadiuva l’infermiere o l’ostetrica e, in base all’organizzazione dell’unità funzionale di appartenenza e conformemente alle direttive del responsabile dell’assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione, è in grado di eseguire la somministrazione della terapia prescritta per via naturale, della terapia intramuscolare e sottocutanea su specifica pianificazione infermieristica.
Durata corso
400 ore .
Principali attività (parte integrante del percorso)
Somministrazione terapia per via naturale, intramuscolare, sottocutanea, bagni terapeutici, impacchi medicali e frizioni, rilevazioni e annotazioni di parametri vitali (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e temperatura), raccolta di escrezioni e secrezioni a scopo diagnostico, medicazioni semplici, bendaggi e clisteri e mobilizzazione dei pazienti non autosufficienti.
L'O.S.S.S., inoltre, è in grado di compiere la respirazione artificiale e il massaggio cardiaco esterno e di curare il lavaggio e la preparazione del materiale per la sterilizzazione delle apparecchiature, delle attrezzature sanitarie e dei dispositivi medici. Infine, può occuparsi del trasporto del materiale biologico ai fini diagnostici, della sorveglianza delle fleboclisi, il tutto conformemente alle direttive del responsabile dell’assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione.
Requisiti d'accesso
Maggiore età, possesso della qualifica professionale di Operatore Socio Sanitario (OSS).
Certificato finale
Qualifica professionale rilasciata dalla Regione Campania e riconosciuta su tutto il territorio europeo.
Opportunità di lavoro
L'Operatore Socio Sanitario Specializzato (OSSS) lavora in aziende sanitarie sia pubbliche che private, come:
- Ospedali;
- Reparti di Ostetricia;
- Cliniche Private;
- Pronto Soccorso;
- Laboratori;
- Case di Cura per anziani o per riabilitazione psico-fisica;
- Comunità e Cooperative Sociali;
- Centri termali;
- Associazioni di volontariato;
- Assistenza domiciliare.